Type your search keyword, and press enter

Il gioco come stimolazione intellettiva e sociale

Scegliere i giochi per bimbiÈ ormai risaputo che il gioco svolge un ruolo fondamentale nella formazione della personalità del bambino e nello sviluppo delle sue capacità. È una idea che si dibatte già dall’ottocento e già riconosciuta da due secoli  come un concetto di grande importanza nella vita e nella crescita del bambino. Aiuta il piccolo a sviluppare capacità cognitive, sociali, fisiche ed emotive, contribuendo ampiamente al suo benessere, anche in una prospettiva futura. Per questo, il gioco non deve essere sottovalutato dai genitori ma anzi deve essere incoraggiato e promosso per il bene del proprio bimbo. Oltre a tutti i benefici sopraelencati, i giochi per bimbi aiutano il bambino a sviluppare anche capacità linguistiche e problem solving, quest’ultimo grazie a giochi più pratici, come le costruzioni.

Il gioco durante la crescita

I bambini apprendono molto in fretta e sono curiosi ed attenti, anche quando sembra che non stiano imparando, invece lo fanno. Anche leggendo una favola si stanno applicando delle regole per lo sviluppo di una certa comunicazione orale e si sta stimolando la fantasia del bambino. È importante quindi, non solo proporre sempre dei giochi nuovi, ma seguirli nella loro crescita e regalare loro dei giochi adeguati. È ovvio che i giochi interattivi e le costruzioni non possono essere lasciati in mano a dei neonati, ma bisogna che il bambino sia più cresciutello. Per seguire la sua crescita passo passo e scegliere sempre il gioco giusto e soprattutto adatto alla sua età, potete cliccare all’indirizzo www.ilmondodeigiochi.com, uno shop online da cui è possibile acquistare il gioco che fa per il vostro bambino. La navigazione del sito è facilitata dalle varie sezioni in cui sono divisi i giochi per tipologia. Troverete un’ampia scelta di giochi per bimbi, da carillon e giostrine a macchine elettriche e giochi interattivi, per i più grandi. Verranno selezionati per voi ed il vostro bambino soltanto i migliori marchi, con la promessa di garantirvi un prodotto di ottima qualità che stimolerà il vostro bambino ad una crescita sana e genuina.

Giochi per bimbi: l’intrattenimento educativo

Seguite il vostro bambino durante la crescita e proponetegli sempre giochi nuovi e stimolanti per la mente. Il nostro consiglio ai neogenitori è proprio questo: non sottovalutate l’attività ludica, perché è durante questi momenti che si sviluppano le capacità del vostro bambino ed è durante questa fase che inizia a capire le regole del mondo che lo circonda ed inizia ad agire di conseguenza. Stimolare i bambini col gioco è raccomandato da tutti gli studiosi del settore ed è fortemente consigliato di lasciar giocare i bambini da soli, senza interferire durante la loro sperimentazione, solo così potranno sviluppare le capacità cognitive giuste per riuscire a capire il problema e risolverlo. Il momento del gioco è il loro momento, il vostro compito è solo quello di selezionare lo strumento adeguato, quindi cominciate ad esplorare lo shop online Il mondo dei giochi e scegliete quello che vi sembra più indicato per il vostro bambino.

Perchè i bambini fanno i capricci?

Perchè i bambini fanno i capricci
I bambini senza dubbio mettono a dura prova mamma e papà con i loro capricci e con le loro richieste incessanti e continue. Ma si sa, i bimbi sono così, soprattutto da piccoli e i genitori non possono permettersi di perdere la calma e nemmeno di cedere a richieste assurde per farlo smettere. Quello che si consiglia di fare in questi casi è stare vicino al bimbo e quando si è calmato, spiegargli quali sono le emozioni e le sensazioni da cui è stato sopraffatto. Sono scene ordinarie queste e si verificano soprattutto tra il primo ed il terzo anno di età.

Cosa possono fare i genitori in questi casi

Il capriccio è improvviso, è un fulmine a ciel sereno. Alcuni studiosi hanno spiegato questi capricci identificandoli come una difficoltà nell’esprimere qualcosa, come un problema linguistico. I bambini in questa fase, infatti, riescono a capire più parole di quelle che riescono a dire, per cui quando non riescono ad esprimere qualcosa, la rabbia sale fino a farli scoppiare in un grosso pianto furibondo. I genitori, dal canto loro, devono cercare di calmarlo e rassicurarlo facendogli sentire la loro presenza benevola.

Quello che non devono fare mai i genitori è:

  • Perdere la calma: il capriccio può trasformarsi in qualcosa di pericoloso, poiché l’ira potrebbe portare il bambino a lanciare oggetti per aria, rischiando di causare qualche problema non poco rilevante e rischiando anche di farsi male. Solitamente bisogna stare accanto al bambino aspettando che la sua ira si plachi; se invece il genitore dovesse spostarsi in un’altra stanza il piccolo si sentirebbe abbandonato.

Quello che possono fare è:

  • Applicare la tecnica del “time out” ma solo ogni tanto, cioè portare il bambino in un posto tranquillo ed aspettare che si calmi. La durata del time out è di un minuto per anno di età al massimo e può essere un buon modo per imparare a calmarsi ed in questo modo il piccolo potrà imparare a gestire i capricci. È importante in questi casi spiegare che non è una punizione, ma è un aiuto per farlo tranquillizzare.
  • Spiegare cosa è successo. Quando il bambino avrà sfogato tutta la sua rabbia, andate a parlare con lui e spiegategli cosa gli è accaduto, spiegandogli che era un capriccio. Soprattutto, è importante dare un nome alle emozioni negative, in modo che sappia da quale sentimento è stato travolto, per esempio: “eri molto arrabbiato, perché il giocattolo non era quello che volevi”.
  • Dire che lo amate. Ditegli sempre che gli volete bene e che sarete sempre accanto a lui; lo aiuterà a non sentirsi solo ed abbandonato e ad affrontare i sentimenti e le emozioni negative.
  • Cercare di preavvertire i capricci. Cercate di capire quali sono le situazioni che potrebbero farlo arrabbiare; se percepite un capriccio in arrivo, cercate di distrarlo con qualcosa o cambiate luogo o comunque fare qualcosa di inusuale e che il piccolo non si aspetta di vedere per sorprenderlo.
  • Consultare un pediatra nel caso in cui i capricci siano continui e senza sosta.

Essere vigili sempre

Quello che i genitori devono fare è fare sentire sempre la loro presenza e rassicurarlo. Dal primo al terzo anno di età i bambini attraversano una fase difficile, per cui è sempre meglio fare attenzione ad ogni piccola manifestazione.

Passeggini leggeri: qualità e confort per i tuoi bambini

I passeggini leggeri rappresentano già da diversi anno uno strumento importante nell’ambito dell’acquisto dei prodotti per bambini. Ciò per via delle diverse caratteristiche che accomunano questi passeggini e che si rivelano decisive nella scelta, come ad esempio il peso piuttosto ridotto. I passeggini leggeri reclinabili sono molto richiesti perché tale aspetto si rivela importante nel garantire al bambino un riposo sereno e corretto, in qualunque situazione. Ora daremo uno sguardo alle varie tipologie di passeggini leggeri, cercando di comprendere cosa cercano principalmente gli utenti in questo prodotto.

Diverse tipologie di passeggini leggeri

In commercio ormai esistono anche diverse varianti dello stesso prodotto; non a caso, si parla da tempo dell’esistenza di varie tipologie di passeggini leggeri:

  • Passeggini gemellari leggeri
  • Passeggini ultra leggeri
  • Passeggini super leggeri

Chi va alla ricerca di questi passeggini evidentemente è interessato soprattutto al discorso legato al peso. Evidentemente, in tali casi non si va alla ricerca di passeggini dotati di moltissimi accessori. Quello che interessa è che il prodotto abbia un peso davvero limitato. Si tratta di una soluzione particolarmente indicata soprattutto in presenza di genitori che non possono sostenere sforzi fisici di grande entità. Sappiamo bene quanto possa essere elevato il peso dei passeggini se arricchiti di tanti accessori. Ovviamente, nel caso di passeggini gemellari, il discorso è un po’ diverso, nel senso che il prodotto deve avere quelle caratteristiche di leggerezza tali da permettere ai genitori di condurre un passeggino che deve ospitare due bambini. Per forza di cose, in tal caso il peso sarà certamente maggiore rispetto ai normali passeggini leggeri ma se si può fare a meno di determinati accessori è possibile, comunque, portare a casa un prodotto che soddisfi le proprie esigenze.

Prezzi e offerte dei passeggini leggeri

Per qualunque tipo di acquisto è normale dare un piccolo sguardo anche al prezzo. Per chi vuole acquistare passeggini leggeri sono disponibili prezzi per tutte le tasche. Ci sono prodotti che hanno un costo anche inferiore ai 100 euro. Si tratta di passeggini leggeri economici che vengono incontro a chi ha un budget piuttosto limitato ma non vuole perdere l’opportunità di portare a casa uno strumento che si rivela molto utile nei primi anni di vita del bambino. Esistono, poi, anche prodotti con un prezzo più alto. In questo caso, è chiaro che si va a guardare soprattutto alla qualità del prodotto, sicuramente più alta e in grado di garantire prestazioni sopra le righe in qualunque momento.

Un consiglio che possiamo dare ai genitori in procinto di fare un acquisto simile per il loro bambino è di guardare alle promozioni. Periodicamente vengono lanciate offerte relative ai passeggini leggeri che potrebbero rivelarsi molto interessanti. Per conoscere le promozioni basta sfogliare i volantini dei negozi specializzati nella vendita di questi prodotti oppure fare una ricerca tramite il web. In pochi secondi otterrete i risultati che vi interessano, in modo tale da poter fare in tutta serenità le proprie valutazioni.

Nulla vieta di mettersi alla ricerca anche di passeggini leggeri usati. Questa pratica in passato era molto diffusa, anche se avveniva in maniera diversa. Infatti, quando le famiglie non avevano più bisogno dei loro passeggini finivano per conservarlo in caso di arrivo di un altro bambino o per darlo in prestito (in certi casi addirittura regalarlo) ad un parente o ad un amico. In realtà, oggi è possibile trovare in giro passeggini leggeri usati di grande affidabilità. Spesso, questi prodotti vengono usati davvero per un arco di tempo davvero limitato. Questo significa che si possono trovare ottime occasioni a prezzi favorevolissimi.

Passeggini leggeri: quali i migliori

Rispondere a questa domanda non è semplice. Pronunciarsi su quali possano essere i passeggini leggeri migliori significa dover fare una scelta tra i vari brand impegnati nella produzione e nella vendita di questi prodotti. I passeggini leggeri della Chicco rappresentano ancora oggi un punto di riferimento importante per i consumatori che hanno imparato ad amare quest’azienda, da sempre tra le protagoniste in assoluto in questo mercato. In rampa di lancio anche i passeggini leggeri Cosatto. Questo brand di origine inglese punta molto, oltre che sulla qualità di produzione, sulla forza e sull’impatto che possono avere i colori, sia nei genitori che nei bambini. Tutte le marche di passeggini leggeri, comunque, sono in grado di servire al meglio il mercato. Sta, come sempre, al cliente scegliere il prodotto che di ritiene migliore.